Domenico Barbaja 1820S
...
1 Maggio Mag 2015 0900 2 years ago

La Barbajada

Le ricette di San Isidoro


Adotta la guglia di San Isidoro 




San Isidoro l’agricoltore
, che da secoli scruta dall’alto della sua guglia tutta la città, ci racconterà nei prossimi mesi le più gustose tradizioni della cucina milanese.Nel segno di Expo2015, è importante riscoprire le proprie radici anche a tavola, perché nutrire il pianeta significa anche saperne valorizzare i prodotti, sfruttandoli al meglio secondo gli insegnamenti di una cucina spesso povera ma genuina come quella milanese.

Per questo motivo, Adotta una Guglia ha deciso di accompagnarvi alla scoperta di questi piatti tradizionali scegliendo quale protagonista e rappresentante di Expo2015 un santo che durante tutta la sua vita ha conosciuto i prodotti della terra da lui stesso lavorata con fatica. San Isidoro ora guarda la città di Milano dalla cima della sua guglia, e nei secoli ha potuto affinare le proprie conoscenze rispetto alle tradizioni culinarie del popolo milanese.

Iniziamo questa nostra rubrica con una specialità facile e veloce, che nella tradizione ha sempre allietato i pomeriggi dei milanesi.

La Barbajada è una bevanda a base di caffè e cioccolato, che prende il nome dal suo inventore, Domenico Barbaja, agente musicale che nei primi dell’800 lavorò con artisti come Rossini, Bellini e Donizetti. Forse che anche loro abbiano avuto modo di provare questo piccolo sfizio mentre lavoravano alle loro opere più famose?

Ingredienti per 2 persone:
2 tazzine di caffè
2 tazzine di latte
2 tazzine di acqua

1 cucchiaio di cacao

Zucchero

Ricetta:
Unire tutti gli ingredienti in un tegame e portare ad ebollizione.

Sbattere con una frusta fino a quando non si formerà sulla superficie una schiuma bianca, poi togliere dal fuoco e servire.

In inverno viene solitamente servita calda e accompagnata da panna montata; in estate è ottima anche a freddo.

Hai già provato questa ricetta? Se vuoi assaggiare la tradizione milanese troverai questo piatto anche da Rest@Duomo!