IMG 9152
...
22 Settembre Set 2014 1230 2 years ago

La prima guglia «internazionale»: Italian Chinese Business Association per i restauri del Duomo

La guglia scelta è la G88, sulla Terrazza centrale


Adotta una Guglia
, la campagna di raccolta fondi lanciata dalla Veneranda Fabbrica del Duomo per sostenere i restauri del simbolo di Milano, raccoglie una nuova e importante adesione, uscendo dai confini nazionali.

Una rete di imprenditori, riuniti per l’occasione in un’associazione senza scopo di lucro, Italian Chinese Business Association, avente come obiettivo la promozione di un progetto di cooperazione, tra Italia e Cina, finalizzato ad un interscambio commerciale, culturale e industriale tra operatori di categoria e imprenditori, ha deciso di rispondere positivamente all’appello della Veneranda Fabbrica e di entrare nel novero dei Grandi Donatori della campagna.Una scelta che conferma l’inizio di una nuova strategia a livello internazionale per l’ente preposto dal 1387 alla tutela e alla valorizzazione del Duomo di Milano e che incrocia la sensibilità di altri Paesi nei confronti di questo straordinario patrimonio di arte, conosciuto in tutto il mondo. Dagli Stati Uniti alla Cina, una concreta sfida alla crisi.

Il Duomo, infatti, è il grande monumento del popolo, che unisce idealmente, attraverso i secoli, tutti coloro che ad esso hanno donato energia e lavoro. Questa straordinaria energia è oggi sentita come propria anche dalla rete di imprenditori riuniti in Italian Chinese Business Association che, partecipando alla campagna di raccolta fondi a sostegno dei restauri della Cattedrale, doneranno € 100.000, scolpendo così il proprio nome nel marmo del Duomo, segno di un contesto mondiale che dialoga.
La guglia scelta dall’associazione è la G88 (g62 nella numerazione di cantiere), raffigurante un santo con corona d’alloro, situata sulla Terrazza Centrale della Cattedrale, meta ogni anno di circa un milione di visitatori.

«Oggi celebriamo un nuovo importante traguardo per Adotta una Guglia: la prima guglia internazionale. Il progetto di raccolta fondi promosso dalla Veneranda Fabbrica esprime positività e si sta sviluppando in continuità, crescendo costantemente: una strategia che dura come azione nel tempo. 
Il Duomo è patrimonio di tutti e l’adesione di oggi segna una nuova tappa di un percorso a livello internazionale che, dagli Stati Uniti alla Cina, inaugura nuove forme di donazioni: quelle delle associazioni. Imprenditori e soggetti privati hanno scelto in questo caso di unire le proprie forze nel segno del Duomo, costituendo per l’occasione una nuova realtà associativa: un grande gesto di sensibilità e di attenzione da parte di una comunità vitale e all’avanguardia.Il nostro auspicio è che a questa adesione ne seguano altre, anche in vista del grande appuntamento di Expo, quando milioni di visitatori giungeranno a Milano da tutto il mondo. Sarebbe bello se i popoli di tutti i paesi partecipanti contribuissero a fare del Monumento il simbolo più splendente dell’Esposizione, lasciando un segno indelebile nel marmo del Duomo, partecipando all’appello di Adotta una Guglia» - dichiara Angelo Caloia, Presidente della Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano.«Italian Chinese Business Association è onorata di poter contribuire a sostenere i restauri del simbolo di Milano nel mondo. Un Monumento che è segno di pace e di apertura, punto di riferimento non solo per i milanesi, ma anche per tutte le comunità che qui vivono e operano, tra cui quella cinese. Il Duomo, infatti, è Milano. E Milano non potrebbe esistere senza il suo Duomo, casa di tutti i cittadini. La Veneranda Fabbrica, da secoli impegnata in questo compito, è una realtà di straordinaria energia, immediatamente identificabile con lo spirito che ha sempre contraddistinto Milano nel contesto internazionale, fatto di dialogo e di partecipazione popolare. Non potevamo sottrarci a questo grande appello» - ha dichiarato Aibin Mao, Presidente di Italian Chinese Business Association.

Adotta una Guglia ha registrato risultati significativi: sono stati fino ad ora raccolti circa 4 milioni di euro, di cui circa 380.000 dalle piccole donazioni. Un segnale positivo da parte della cittadinanza che sta riscoprendo il Duomo, centro della città. La Veneranda Fabbrica, inoltre, si sta attivando al di fuori del nostro Paese per sensibilizzare le realtà internazionali nei confronti della campagna di raccolta fondi. Infatti, per completare gli interventi di restauro previsti in vista di Expo, la Fabbrica deve sostenere un impegno di spesa pari a 13 milioni di euro, di cui oltre 4 sono già stati raccolti.
Il cammino della Veneranda Fabbrica prosegue quindi anche grazie a questa importante adesione. Italian Chinese Business Association ha scolpito un pezzo della propria storia